Tiramisù senza Glutine storia e ricetta

Tiramisù senza Glutine storia e ricetta
Luglio 23, 2019 Umberto
In Ricetta
Tante storie e leggende confuse intorno alla nascita del più classico dei dolci italiani. Che, in realtà, nacque a Treviso nel 1970. Prendendo le mosse da una sorta di zabaione, lo sbatudin. Ma con qualche influenza arrivata dalle regioni vicine
È così buono che è come se ci fosse da sempre. Fa parte della nostra vita. Feste a parte, è il dolce italiano per eccellenza. 

 

Storia e Origini

Mettiamo un po’ d’ordine. Innanzitutto la ricetta originale.

Gli ingredienti sono mascarpone, uova, zucchero, savoiardi, caffè e cacao in polvere. Occorre montare tuorli d’uovo e zucchero, poi aggiungere il mascarpone e gli albumi d’uovo montati. Si inzuppano i savoiardi nel caffè e si alternano con gli strati di crema di uova e mascarpone, spolverando alla fine con il cacao. Punto fondamentale, la crema. Che deve rimanere morbida e abbondante, senza farsi assorbire completamente dai savoiardi.

 

Influenze ?: zuppa inglese, creme bavaresi e dolci torinesi

Oltre allo sbatudin e alla zuppa inglese, antico dolce italiano appartenente alla tradizione gastronomica dell’Emilia-Romagna e della Toscana, il tiramisù deve qualche ispirazione anche ai dolci al cucchiaio bavaresi. Mentre i savoiardi sembrano più ispirati alla charlotte francese e soprattutto al piemontese dolce Torino, ricetta a base di cioccolato in cui si utilizzano rosolio oppure alchermes o rum. Il tiramisù con liquore e abbondanti dosi di cioccolato appare, quindi, come il risultato di una lontana influenza piemontese. L’uso del mascarpone sembra invece un prestito da parte della gastronomia lombarda, visto che l’ ”epicentro” della sua produzione si trova tra Lodi e Abbiategrasso.

 

Le varianti

Dalla nascita ai nostri giorni il tiramisù ne ha fatta di strada: dolce cult negli anni’90, oggi è uno dei grandi classici della nostra cucina. E abbondano le versioni alternative: oltre a liquore e cioccolato, quelle col pan di Spagna, con i pavesini, alle fragolegelato, al limoncello, allo yogurt… versioni rivisitate di un dolce inimitabile.

 

La ricetta Gluten Free

Dosi & Ingredienti per 4 Persone:

  • MASCARPONE 500 gr
  • ZUCCHERO 80 gr
  • SAVOIARDI 250 gr
  • UOVA 4
  • CAFFÈ forte meglio espresso – 1 tazza
  • MARSALA 1 bicchierino
  • CACAO AMARO q.b.
  • CIOCCOLATO FONDENTE scaglie – q.b.

 

Savoiardi | Viall Bakery

 

  1. Quando volete realizzare il tiramisù, montate gli albumi di 4 uova a neve ben ferma utilizzando o una planetaria o delle fruste elettriche. E’ possibile utilizzare anche la frusta a mano se avete il polso ben allenato.
  2. Montate, in una ciotola a parte, i tuorli di 4 uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto molto spumoso e chiaro.
  3. Nel frattempo ammorbidite il mascarpone mescolandolo un po’ con un semplice cucchiaio.
  4. Unite il mascarpone ai tuorli montati mescolando possibilmente dal basso verso l’alto per evitare di smontare troppo i tuorli.
  5. Aggiungete, successivamente, gli albumi con movimenti delicati sempre dal basso verso l’alto.
  6. Se preferite, potete trasferire la crema al mascarpone appena ottenuta in una sac à poche così da poterla distribuire successivamente in modo uniforme.
  7. Miscelate il caffè ed il marsala, quindi intingetevi i savoiardi. Prestate attenzione a non lasciare troppo i savoiardi nella bagna, altrimenti risulteranno troppo morbidi.
  8. Allineate, quindi, i savoiardi nello stampo in modo da realizzare uno strato uniforme. Se preferite potete realizzare anche delle monoporzioni.
  9. Realizzate, quindi, uno strato generoso con la crema al mascarpone. Distribuite su questo strato alcune gocce di cioccolato, se vi piace.
  10. Procedete nello stesso modo con un altro strato di savoiardi e di crema.
  11. Livellate l’ultimo strato di crema per rendere il dolce più elegante e ordinato.
  12. Spolverate il tiramisu con del cacao amaro se desiderate servire subito il dolce, altrimenti riponetelo in frigorifero e decoratelo solo prima di servirlo in tavola.

Savoiardi | Schär

 

Quanto tempo deve stare il tiramisù in frigorifero prima di essere servito?

Il tiramisù potrebbe essere servito anche appena fatto, a temperatura ambiente. Se lo preferite freddo, basterà anche solo un’ora di frigorifero. In realtà più la crema sta in frigorifero più il mascarpone si compatta rendendo il dolce più sodo, quindi il nostro consiglio è di non lasciarlo troppo in frigorifero prima di servirlo.

Comments (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: