www.cibisenzaglutine.com

Sfida di Natale: Panettone o Pandoro?

Sfida di Natale: Panettone o Pandoro?
Dicembre 3, 2023 Umberto
In Articolo

Una stimolante competizione di raffinata dolcezza e maestria culinaria si scatena con l’avvicinarsi delle festività natalizie: la sfida epica tra il soffice pandoro e l’elegante panettone. Questo duello gastronomico, radicato soprattutto nel nord Italia, culla di entrambi i dolci, si trasforma in un vero e proprio confronto di tradizioni culinarie regionali.

La sfida è anche Gluten Free

Pasticceria Cuneo | Panettone crema gianduia

Cenni Storici

Il panettone, con le sue radici in Lombardia, sembra risalire addirittura al XIII secolo, quando si presentava come un pane impreziosito da lievito, miele e uva secca. La sua denominazione stessa suggeriva la sua dimensione imponente rispetto agli altri prodotti da forno dell’epoca. Nel corso dell’Ottocento, questa prelibatezza culinaria si presentava ancora come un generoso pane basso, arricchito con ingredienti come uova, zucchero e uva passa.

Piaceri mediterranei | Pandoro crema cioccolato

La storia affascinante del pandoro ha le sue radici in una tradizione culinaria distintiva della Repubblica Veneziana, celebre nel 1500 per la creazione di un dolce noto come “pane de oro”. L’evoluzione della ricetta moderna, invece, è strettamente legata a Verona, soprattutto come sviluppo del nadalin, illustre precursore del pandoro, ideato per celebrare il Natale durante la signoria degli Scaligeri. L’antica versione del dolce presentava una forma stellare, ricoperta di glassa e farcita con uvetta e pinoli. Nel corso del tempo, la sua forma si trasformò nella riconoscibile struttura a otto punte, trae ispirazione dal pane di Vienna, una variante austriaca delle brioche francesi, incorporando anche tecniche per limitare la lievitazione e perfezionando gli ingredienti.

Piaceri mediterranei | Pandoro con crema limone

La tappa cruciale nella storia del pandoro si colloca al 14 ottobre 1894, quando Domenico Melegatti, il visionario fondatore dell’omonima rinomata azienda dolciaria, depositò il brevetto per la sua straordinaria ricetta. Questo dolce, caratterizzato dalla sua distintiva forma soffice, divenne un elemento fisso sulle tavole di tutti gli italiani a partire da quell’anno, entrando così a pieno titolo in una competizione diretta con il celebre panettone milanese.

Che arrivino da tradizioni o da ricette tramandate, i due colossi restano i dolci simbolo delle feste di Natale.

 

Comments (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*